Storia del giorno: 03/10/1789 e 03/10/1863 il giorno del ringraziamento

Salve a tutti ragazzi!

Cosa? Il Thanksgiving ad ottobre? Sethlan ti sei bevuto il cervello?

Innanzitutto, in Canada, questo giorno si festeggia il secondo lunedì di ottobre; quindi non ho del tutto sbagliato! Secondariamente le date a cui mi riferisco non sono i giorni di festeggiamento ma, i giorni in cui due dei più famosi presidenti degli USA hanno proclamato e/o modificato questa grande festività.

Sto parlando di George Washington, primo presidente degli stati uniti, che nel 1789 istituì questa particolare giornata, in seguito vedremo perché, e Abramo Lincoln che ne 1863 spostò la data al quarto giovedì di novembre.

Ma quali sono le origini di questa tanto attesa e celebrata festa?

Il giorno del ringraziamento risale al 1621, l’epoca del colonialismo scaturito dalla scoperta dell’America. Un gruppo di religiosi, puritani, stanchi di essere perseguitati in Inghilterra decisero di partire verso il Nuovo Mondo a bordo del Mayflower. Secondo il mito, dato che ci sono decisamente troppo incongruenze dal punto di vista storico, questi arrivati dimezzati dal tremendo viaggio, tentarono di piantare alcuni semi portati dal vecchio continente.

Ovviamente, a causa della biodiversità, non ebbero successo e all’arrivo dell’inverno vennero ulteriormente dimezzati. Furono gli indigeni a salvarli, indicando loro quali piante coltivare e quali animali allevare per la sussistenza in quelle terre selvagge. Ovviamente indicarono il mais ed il tacchino (simboli della festività).

Quindi, tirando le somme, il thanksgiving è una festa di origine cristiana, poiché ringrazia l’Onnipotente, per il prosperoso raccolto avuto la stagione prima.

Come anticipato in precedenza fu George Washington a proclamare e rendere ufficiale questa giornata con il seguente editto:

 Poiché è il dovere di tutte le Nazioni riconoscere la provvidenza di Dio Onnipotente e obbedire alla sua volontà, di essere grati per i suoi benefici e di implorare umilmente la sua protezione e il suo favore – e poiché entrambe le Camere del Parlamento mi hanno chiesto, attraverso la loro Commissione congiunta, “”di raccomandare al Popolo/alla Gente degli Stati Uniti una giornata di pubblico ringraziamento e preghiera da osservare riconoscendo con cuori grati i molti segnati favori di Dio Onnipotente, in modo particolare dando loro l’opportunità di stabilire pacificamente una forma di governo per la loro sicurezza e felicità.”

Adesso io raccomando e stabilisco che giovedì 26 novembre prossimo sia dedicato dalla Gente/dal Popolo di questi Stati al servizio di quel grande e glorioso Essere, che è l’Autore benefico di tutto il bene che è stato, che è o che sarà Che noi possiamo allora unirci tutti nel rendere a lui i nostri grazie sinceri e umili – per la sua gentile premura e protezione del Popolo di questo paese prima che diventasse una Nazione – per le molte e segnate mercedi e le interposizioni favorevoli della sua provvidenza, di cui abbiamo fatto esperienza nel corso e nella conclusione dell’ultima guerra – per il grande grado di tranquillità, unione e abbondanza di cui abbiamo da allora goduto – per il modo pacifico e razionale con cui ci è stato permesso di istituire costituzioni di governo per la nostra sicurezza e felicità, e in particolare per quella nazionale recentemente ordinata, per la libertà civile e religiosa con cui siamo benedetti e i mezzi che possediamo per acquisire e diffondere i saperi utili; e in generale per tutti i favori grandi e svariati che Egli si è compiaciuto di conferirci.

E che possiamo allora anche unirci nell’offrire umilmente le nostre preghiere e suppliche al grande Signore e Regnante sulle Nazioni e implorarlo di perdonare le nostre trasgressioni nazionali e no – per metterci tutti in grado, sia in posizioni pubbliche sia private, di eseguire i nostri doveri puntualmente e correttamente e per rendere il nostro governo nazionale una benedizione a tutta la Gente/il Popolo, mantenendolo sempre un governo fatto di leggi sagge, giuste e costituzionali, eseguite e obbedite con discrezione e fedeltà – per proteggere e guidare tutti i Sovrani e le Nazioni (particolarmente quelle che si sono dimostrate gentili con noi) e benedirli con un buon governo, con la pace e la concordia – Per promuovere la sapienza e la pratica della vera religione e virtù, e l’aumento della scienza fra loro e noi – e in generale per concedere a tutta l’umanità un tale grado di prosperità temporale quale egli solo sa essere la migliore.

New York, il terzo giorno di ottobre nell’anno del Signore 1789

Perché questa giornata è tanto importante per gli Americani?

A mio parere perché ricorda il positivismo, il sogno Americano e la piccolezza dell’uomo di fronte a Dio. Anche se nei fatti i padri pellegrini arrivarono nel nuovo mondo con false pretese di terre su cui non avevano alcun diritto, il mito ricorda che con il duro lavoro e con la collaborazione fra tutti gli elementi della società, piccoli o grandi che siano, si può costruire qualcosa di solido, di libero e di democratico: il Sogno Americano.

Lo stesso sogno a cui auspicava Martin Luther King, un’America unita in tutte le sue componenti, quale occasione migliore di ciò se non in una giornata dove viene acclamato Dio per la sua bontà e per la sua generosità? (Citazioni – I have a dream)

Ultima caratteristica di questa tanto importante giornata è l’aspetto economico-commerciale della festa, infatti il giorno dopo viene chiamato Black Friday, ovvero il giorno che da inizio alle folli spese natalizie.

Un saluto, Il vostro Sethlan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...